Home Page

Il tartufo

La varietà selezionata, quella che poteva conservarsi meglio senza perdere il proprio aroma, è il Tartufo Nero Estivo tipico dell’Umbria.
Il tartufo cresce vicino alle radici di alcuni alberi, lecci e querce soprattutto, con le quali stabilisce un rapporto simbiotico. Forse non tutti sanno che il profumo penetrante si sviluppa per attirare gli animali selvatici che mangiando il tubero possono spargerne le spore. Per superare gli strati di terra occorre che l’aroma sia molto intenso. Il caratteristico profumo penetrante abbinato al burro biologico acquisisce una particolare delicatezza. Nella sua zona di origine questa combinazione viene maggiormente apprezzata abbinandola a pasta senza uova. Io ho scelto le fettuccine.
 
Nella ricetta delle fettuccine il burro ha una parte minore, diciamo che è solo un contenitore per l’aroma del tartufo. Però anche in questo caso abbiamo voluto un alimento sano e di qualità. Il burro è perciò biologico, proviene da latte di mucche allevate secondo i criteri dell’agricoltura biologica. Ed è ovviamente 100% italiano.